Crescita personale

Il segreto per non abbandonare un progetto

student-849822_1920

Il blocco

Poco tempo fa ho inviato la prima newsletter autunnale del blog (ti invito caldamente a registrarti, vai alla home del blog e scorri a destra)! Ho accennato alle ultime novità e ho ammesso candidamente che nei mesi scorsi ho avuto la tentazione di abbandonare il progetto.

In questo articolo ti spiegherò perché ho deciso di continuare e cosa puoi fare se stai attraversando una fase in cui i senti bloccato e non sai come procedere con un progetto personale.

Ma come?! Una volta che si comincia un blog e si ha un numero di lettori (anche se definirlo esiguo al momento è un eufemismo) non si può certo chiudere uscio e bottega come se niente fosse!

Lo so bene, ma cerca di capirmi…

A fine maggio mi sono trasferita in un altro paese e in un’altra città (Berlino), ho iniziato un nuovo lavoro e la mia routine è molto cambiata. Mi sono sentita un po’ travolta da tutte le novità e tutti i cambiamenti a cui prima non ero abituata, in primis, impiegare 45 minuti minimo per raggiungere il luogo di lavoro.

Dov’è finito tutto il tempo che mi serve?

Domanda ricorrente di chiunque abbia un lavoro full time e passioni/hobby/progetti che vorrebbe coltivare tra un lavaggio dei piatti, una cena da cucinare, sport, amici etc., etc…. ah, c’est dur la vie!

Perché continuare?

Ho sempre molti progetti in testa, tanti momenti lampadina e un numero infinito di cose che vorrei imparare o approfondire. Ultimamente, per farti un esempio, mi sono fissata sulla programmazione: mi piacerebbe fare un corso base. Mi piacciono molto le lingue straniere e, in fondo, la programmazione non è che un tipo particolare di linguaggio, non sei d’accordo?

Lo so, non serve rircordarmi che le giornate hanno 24 ore e che stavo già per abbandonare un progetto a me caro, il blog, perché complicarsi la vita con altro?

Perché no? In fondo la vita è una sola e, per come la vedo io, siamo qui per imparare.

In ogni caso, torniamo al blog. Quest’estate ho avuto forti sensi di colpa perché non me ne sono occupata quasi per niente. Occasionalmente mi è capitato di fare le classiche liste chilometriche di cose urgenti da sistemare per portare avanti il progetto, ma quasi nessuna è stata poi portata a termine.

Mi sono sentita un po’ frustrata.

Chiunque abbia qualche interesse che richiede tempo avrà avuto questi pensieri almeno una volta:

Continuo a iniziare progetti, ma a quanto pare non ne porto mai a termine nessuno

Inizio sempre allegro e pimpante e poi perdo l’interesse o non riesco più a dedicarmici con regolarità

Pensavo che sarei stato capace di impegnarmi a lungo termine

Domani cercherò di farlo, oggi proprio non se ne parla

Suona tutto molto familiare, non trovi?

Il segreto per non abbandonare un progetto a cui tieni

Vuoi sapere cosa fa la differenza?

Vuoi sapere cosa farà sì che tu abbandoni o meno un progetto a cui hai lavorato duramente e a cui tieni molto?

I tuoi pensieri.

Abbiamo un’infinità di pensieri che ogni giorno attraversano la nostra mente. La qualità di questi pensieri è fondamentale.

Quelli che ho elencato sono pensieri negativi, scoraggianti, ma cosa succederebbe se tu decidessi, consciamente, di controllare i tuoi pensieri e decidere che “forma” dargli?

Forse potresti dare una svolta al tuo progetto (o alla tua vita, dato che imparare a gestire i pensieri che ci frullano in testa vuol dire molto di più… ne riparleremo).

Proviamo a fare una cosa, cioè a rielaborare i suddetti pensieri.

Rielaborazione in chiave positiva:

Continuo a iniziare progetti, ma a quanto pare non ne porto mai a termine nessuno Ho tante idee e tanti progetti, forse ne inizio un po’ troppi, quindi il rischio di non portarli a termine è alto. Potrei stilare una lista delle priorità. In ogni caso complimenti a me… c’è chi non ci prova neanche a dar vita ad un progetto personale, qualunque esso sia!

Inizio sempre allegro e pimpante e poi perdo l’interesse o non riesco più a dedicarmici con regolarità       Mantenere lo stesso livello di entusiasmo che si ha all’inizio non è facile. Devo sforzarmi nei momenti più difficili. Perché ho deciso di iniziare questo progetto? Cosa mi entusiasmava tanto quando ho cominciato?

Pensavo che sarei stato capace di impegnarmi a lungo termine Ogni periodo è diverso e lamentarsi non serve, anzi, se continuo così abbandonerò sicuramente e sarebbe un peccato. Cosa mi ha impedito di essere costante? Sono sicuro di voler rinunciare o devo solo cambiare strategia?

Domani cercherò di farlo, oggi proprio non se ne parla Devo accettare il fatto che oggi non ce la faccio. Non sono un supereroe della Marvel… ma sono comunque un mito visto il lavoro fatto finora! Mi impegnerò per finire quanto prima.

Insomma, se sei in fase di blocco ricordati di:

  • esercitare un forte autocontrollo sui tuoi pensieri
  • essere clemente con te stesso
  • accettare un po’ di saliscendi
  • ricordarti che, se questo è il tuo progetto, valgono le tue regole

Ehi, sia chiaro, a volte è meglio se certi progetti li lasci perdere e ti dedichi ad altro. Una cosa è riflettere e valutare, un’altra essere testardi come muli… ci siamo capiti 😉

Io per il momento non ho nessuna intenzione di abbandonare il blog, però mi piacerebbe sapere se in passato hai accantonato qualche bel progetto e se te ne sei pentito (spero di no).

Lasciami un commento e non dimenticarti di condividere l’articolo!

 

 

Rispondi