Crescita personale

Cosa blocca le donne e perché devi investire su te stessa

photo-1468103933896-2c34a78104c2

Le donne e quel bagaglio un po’ pesante

Ciò che blocca le donne nella loro crescita personale in realtà è lo stesso nucleo di insicurezze che blocca anche gli uomini. Tuttavia, in modo diverso.

Oggi in Italia le donne costituiscono la maggior parte dei laureati e questo dato ci comunica che tengono molto alla loro formazione, alla crescita e al miglioramento. Purtroppo, però, se andiamo a guardare i dati sugli stipendi o sull’impiego restiamo delusi.

Aldilà della situazione economica e sociale del nostro paese e del maschilismo strisciante, una delle spiegazioni sta nel fatto che c’è qualcosa che blocca le donne maggiormente degli uomini e questa cosa ha più nomi: insicurezza, minore autostima, eccessivo perfezionismo, meno propensione al rischio.

Cosa blocca le donne in un mare di squali…

Prendiamo, ad esempio, la propensione al rischio nel settore della finanza:

Le donne hanno la tendenza a rischiare meno nel settore degli investimenti finanziari e preferiscono avere tutto sotto controllo anche prima di iniziare il lancio di un nuovo progetto. Vogliono essere certe che le cose andranno bene, gli uomini, al contrario, tendono ad essere più istintivi. Questa tendenza al perfezionismo per le donne è un grosso ostacolo, soprattutto in ambito lavorativo. Perché? Semplicemente perché quante volte nella vita possiamo essere sicuri che le cose andranno nel verso giusto? Mai, in effetti. Eppure gli uomini si buttano, cominciano un progetto e affrontano gli ostacoli passo passo, mentre le donne in questo hanno più difficoltà: fanno tante previsioni ed analisi che alla fine rimangono incastrate nella loro stessa tela. Peccato, soprattutto se consideriamo che le donne sono molto impegnate nel sociale.

Qui trovi un brevissimo articolo proprio su donne e finanza. 

Tradizionalmente signore e signorine dedicano molto tempo agli altri e, anche quando hanno la possibilità di concentrarsi su carriera e attività di svago, purtroppo si pongono davanti gli ostacoli più insormontabili. Infatti, ciò che blocca le donne rispetto agli uomini spesso è una forte tendenza a sottovalutarsi, oltre a una continua paura del giudizio altrui.

Playing Big

Tara Mohr ha scritto un libro tanto interessante quanto utile, Playing Big, di cui parleremo molto su dicavolievele, il cui scopo è quello di aiutare le donne a far esplodere tutto il loro potenziale nascosto e a placare le paure e le “voci” nella loro testa.

Quali voci? Dai, le conosci bene, sono quelle vocine che ti perseguitano e ti rendono dubbiosa e insicura, perché forse non stai facendo la scelta giusta. 

Nel libro l’autrice sottolinea come le donne siano troppo perfezioniste, si sentano spesso inadeguate e tendano a tentare meno la sorte: prima, ad esempio, di provare a chiedere un aumento, vogliono essere certe che la risposta sia un sì, cioè di aver fatto tutto il lavoro perfettamente. Non è quindi raro che vengano sorpassate nel lavoro da colleghi più giovani e inesperti. Aggiungerei che, per natura, tendono anche molto a minimizzare i successi e a ingrandire i fallimenti.

Se solo osassero!

Ci sono molte donne nella mia vita e talvolta mi stupisco nel notare quanto si sentano insicure, quando invece hanno una grande forza interiore e potrebbero essere più incisive e più agguerrite, dalle relazioni ai progetti di carriera. In fondo, lo vedo spesso, di ragioni per essere insicure ne hanno ben poche e potrebbero, da una delle mie citazioni preferite, scuotere le stelle, fare qualsiasi cosa, se solo osassero (Sarah J. Maas).

Basta una relazione sbagliata, un progetto importante andato storto ed ecco che emerge una fragilità estrema e paralizzante. Indubbiamente la società attuale, sotto un velo di apparente parità, nasconde molto sporco e la fatica da fare per non sentirsi costantemente giudicate è doppia. Le donne si sentono spesso sotto una gigantesca lente di ingrandimento, come se dovessero passare un esame per ogni cosa che fanno o sono, dall’essere madri alla carriera, dall’aspetto fisico allo sport…

C’è una cosa importante che puoi fare: investire su te stessa. Sblocca ciò che ti impedisce di esprimerti al meglio.

Tu che stai leggendo…

Investi su te stessa!

Nello specifico ecco cosa intendo:.

  1. il lavoro “ruba” la maggior parte del tempo libero e se quando torni a casa hai troppe urgenze a cui far fronte, è facile dimenticarsi di tutte le cose che avresti veramente avuto piacere di svolgere, dalla palestra al corso di teatro e via dicendo. Ritagliati subito uno spazio! Se ti sembra di non gestire bene il tuo tempo dai un’occhiata a questo articolo, ti sarà utile! 
  2. il partner o la famiglia tendono a risucchiare molta della tua attenzione? Mantieni sempre la tua identità. Sono le donne che danno la vita, quindi questo nostro adattarci, modellarci su un’altra persona ha in sé qualcosa di ancestrale, ma anche di molto pericoloso. Ricorda che prima devi prenderti cura di te stessa, altrimenti non puoi prenderti cura degli altri.
  3. le donne tendono ad avere più bisogno di approvazione rispetto agli uomini. La paura del giudizio altrui, dai familiari in poi, è un meccanismo che blocca e ti tarpa le ali. Qui, semplicemente, devi imparare a fregartene. Impara a far tacere la voce nella tua testa che ti critica per ogni cosa. Non hai bisogno dell’approvazione di nessuno, non devi piacere a tutti. Vai avanti come un carro armato.

Quindi, se stai leggendo, inizia a frequentare qualche persona nuova, inizia un progetto che ti intimorisce, fai qualcosa anche se tutti ti dicono di non farlo, prova qualcosa che sei convinta di non saper fare, esprimi la tua opinione anche quando pensi che a nessuno interessi.

Perché dovresti?

Tu puoi. E quindi dovresti investire su te stessa. Ciò che blocca le donne può essere sbloccato, perché il più grande ostacolo quasi sempre sono le nostre insicurezze.

Investi soprattutto imparando e leggendo di più, di tutto, e facendo esperienze sempre nuove. Allora le tue paure un po’ si placheranno, ti sentirai più indipendente e la tua autostima ne risentirà. Chiedi un aumento senza pensarci troppo, chiedi di essere pagata quanto il collega maschio, parla, esprimiti, comincia, comincia, comincia, anche se niente è come dovrebbe essere. Qualsiasi cosa ti stia a cuore, da un progetto locale a un libro, da un viaggio a un corso di cucina, da una campagna a una start-up. Investi su te stessa senza paura, imparando e crescendo ogni giorno.

Il mondo versa in un pessimo stato. Dobbiamo cambiare. È imperativo. Abbiamo una nuova generazione di guerriere, di ragazze, che possono farlo, ma per loro, il tipo di sfide che devono affrontare – il sogno basilare di andare a scuola, di dire quello che pensano – comporta un grande rischio; possono smettere di esistere. Hanno bisogno del supporto del mondo

 Salma Hayek

Go, ladyblocca le donne

Si ha sempre bisogno di un po’ di supporto, ma se non crederai tu per prima in te stessa e nel tuo potenziale nessuno potrà aiutarti. Ti ricordi l’articolo sul controllo della voce per comunicare al meglio (lo trovi qui)? Se chiedi un aumento al capo senza esserne convinta o con voce tremante o stridula, sappi che il collega è già pronto a soffiarti il posto.

Certo che puoi avere tutto. Che cosa farai? Tutto, scommetto. Le cose saranno un po’ incasinate, ma accogli il caos. Saranno complicate, ma gioisci nelle complicazioni. Non sarà affatto come pensi che sarà, ma le sorprese sono una cosa buona. E non avere paura: puoi sempre cambiare idea.

Nora Ephron

Compito di oggi: hai presente quella cosa che ti intimorisce ma a cui tieni? Buttati, chiedi, provaci! Hai presente quella voce che ti dice che non sei abbastanza (bella, brava, interessante…)? Oggi zittiscila. SSSCH! Oggi vado bene così, vado alla grande, vado al massimo.

Coraggio, a lavoro. E condividi questo articolo con le tue amiche!

Rispondi