Che ansia!

“che ansia”… come non iniziare l’anno così!

image

Caro ansioso, ho pensato a te

Eccomi qua per supportarti subito all’inizio di questo nuovo anno. Ho pensato che sarebbe stato bello iniziare con un articolo sulla gestione efficace del tempo, sui consigli per vivere un 2017 avventuroso e sfrontato… poi ho sentito quella cosa fastidiosa e indefinita nello stomaco e mi sono detta che, no, niente articoli entusiasmanti e pieni di melenso ottimismo: per cominciare mi dedico a te.

Sono abbastanza certa che tu abbia già pronunciato almeno una volta la frase “che ansia” in questo 2017. Dunque hai bisogno di aiuto.

Eh già, scommetto che pensavi che sarebbe stato facile! Basta convincersi che l’Anno Nuovo sarà un anno strabiliante, impegnarsi il 31 sera e le prime ore del 2017 e… puff, l’ansia non resterà che un brutto ricordo dell’anno passato. Mentre quest’anno, ti sarai detto, vivrai leggero e spensierato.

Ti piacerebbe! 

So che ogni tanto trovi insopportabile questo mio guastarti la festa, ma anche stavolta sono costretta a contraddirti, mio malgrado.

Nella morsa del serpente

Se sei ansioso, l’ansia non ti abbandonerà perché hai scavallato l’anno, perché è il tuo compleanno, perché è successo un fatto inusuale e bellissimo, perché perché perché…

Non sei tu che decidi. Non sempre, almeno. In alcuni casi si può capire a cosa si deve il malessere, in altri te tocca, c’è poco da fare. Allora dai, dato che nessuno vuole iniziare l’anno con l’ansia, ho deciso di darti qualche consiglio pratico per bloccarla sul nascere.

Intanto, se te li sei persi, qui trovi 5 rimedi veloci per quando sei in ufficio o non hai tempo per attività più lunghe.

L’ansia è così infida e malefica da averti già colto di sorpresa in questo 2017, strisciando lentamente e infine avvolgendoti come un boa constrictor, ma stavolta hai più tempo libero per imparare ad affrontarla? Ottimo, allora prova con le seguenti attività:

  • che ne dici di un puzzle? Praticamente non esiste niente di meglio per obbligare la tua mente a smettere di delirare e per concentrarsi su qualcosa di semplice, come colori, forme, dettagli vari. Funziona molto bene, ma vedi di non diventare isterico se non riesci ad attaccare subito due pezzi… che ansia quest’immagine di te che lanci tutto fuori dalla finestra, calmati 😉 Il fulcro del lavoro sta proprio nello svolgere un’attività calmante, che rallenti il sistema e regolarizzi il respiro.

TIP (consiglio) : se non sei solito fare puzzle e cominci con uno da 5000 pezzi con paesaggi complessi il boa constrictor avrà il lavoro facilitato.

  • mai usato i mandala, altrimenti detti album da colorare per adulti? Sono diventati molto di moda negli ultimi anni. Come mai? Beh, ammettiamolo, a tutti piace poter tornare un po’ bambini e avere come unico “impegno” quello di scegliere i colori da usare su un foglio! E la cosa bella è che nessuno ti obbliga a stare nei bordi e colorare tutto, sei libero!che ansia

TIP: non essere troppo perfezionista, altrimenti otterrai l’effetto contrario!

  • prova con un diario. Scrivere un diario ti permette di riflettere e mettere chiarezza tra i tuoi pensieri. Spesso, poi, una volta su carta, certi pensieri fanno molta meno paura e le ansie diventano improvvisamente delle nullità.

TIP: stai scrivendo per te stesso, quindi non serve nascondersi o fingere che le cose stiano diversamente. Non c’è nessuno pronto a giudicarti, a parte tu stesso.

Basta con “che ansia”

Conosco mille maniere per calmare la tua ansia, e non ne trovo una sola che calmi la mia. 

Alejandro Lanus

Un consiglio, caro ansioso.

So che probabilmente sei molto sensibile e riflessivo, per questo ci tengo a dirti che quest’anno vorrei che tu facessi attenzione a non caricarti né di pesi inutili né dei mali del mondo.

Fai uno sforzo per mantenerti concentrato sulle cose positive che ti circondano, non lasciare che il buio ti ingoi, altrimenti  la tua ansia avrà vinto in partenza.

E smetti di pronunciare la frase “che ansia” per favore! Potrebbe perfino bastarti per sentirti un po’ meglio e vedere tutto rosa. Buon 2017!

Dai, fammi sapere se questi metodi ti sono stati utili o se ne usi di diversi! 

 

 

Rispondi